Oggi avete perso la pazienza? 7 consigli per ritrovarla

mammabanana_banner_pazienza-pianti-bambini-consigli
Giornata storta al lavoro? Il capo è stato insopportabile? Non sapete ancora cosa cucinare per cena e sono già le 7? Anche il vostro adorato bimbo ci si mette con pianti e urla? La pazienza sta per esaurirsi… 
Care mamme, succede a tutte! Prima di scatenare un cataclisma e perdere il controllo, leggete i saggi consigli di MammaBanana. Ecco qualche trucco per ritrovare un po’ di pazienza davanti alle situazioni più difficili con i vostri pargoli. Se avete altre idee, condividetele con noi!

Prima di tutto pensate che domani è un altro giorno e sicuramente andrà meglio!

Poi respirate profondamente, e ditevi che succede a tutte (ma proprio a tutte) di perdere la pazienza.

Parlategli: raccontategli la vostra giornata, spiegategli che capita anche a mamma di essere stanca. Ai bimbi piace sentire parlare… invece della storia del libro di fiabe, questa sera raccontategli la vostra giornata. Farà bene a lui e a voi!

Siate più flessibili sulle regole serali sulle quali solitamente siete implacabili: televisione, videogiochi, dolcino o cioccolatino, etc. Anzi, addirittura proponetegliele! Sarà sicuramente entusiasta, e magari vi regalerà qualche minuto di pace. Una volta ogni tanto le regole possono essere infrante, senza sentirsi in colpa.

Se siete fortunate, e c’è qualcuno lì con voi: approfittatene! Il papà, i nonni, un’amica, la vicina di casa che per caso è passata a farvi un saluto, possono essere un ottimo aiuto. Chiedetegli di occuparsi della birba, mentre voi vi prendete 5 minuti di relax, oppure iniziate a pensare alla cena tranquillamente. E se la cosa vi rilassa, iniziare a preparare  (piuttosto invitate a cena la vicina di casa, così mentre lei si occupa della peste voi cucinate e vi distendete!)

Se siete da sole con la birba: allora proponetegli delle attività o giochi che solitamente ama fare. Davanti alle situazioni di stress, molto spesso, ci si dimentica delle le cose più basiche. Magari occuparlo con il suo giochino preferito, oppure leggergli una storia (anche se non è l’ora nanna) potrebbe piacergli e tranquillizzarlo. E perché no mettere della musica e magari ballare un po’ con lui?

Non chiamate l’amica ansiosa: vorrebbe dire darsi la zappa sui piedi da soli! Di certo non volete sentirvi dire frasi del tipo “magari non sta bene” oppure “ma mettilo a letto subito” o altri consigli impraticabili.

Ce la potete fare da sole. Siete delle super mamme!

ALTRI (SUPER) ARTICOLI