Come affrontare sogni e incubi dei bambini

Il motore del sogno é il nostro inconscio, ed anche i bambini ne sono provvisti. 

Care mamme, vi è mai capitato di svegliarvi in piena notte con il vostro pupetto in lacrime che urla dicendo di essere inseguito da un brutto mostro?

Voi, che vi rendete conto che è “solo” un sogno, solo un brutto sogno; provate a spiegarglielo, rassicurando il vostro piccolo e tranquillizzandolo, cercando di farlo riaddormentare.

il vero motore del sogno è il nostro inconscio e anche i nostri bimbi né sono provvisti

Spesso vi sarete chieste “Chissà che significato ha il sogno del mio bambino?”, e la stessa domanda ve la sarete posta per i vostri propri sogni.

Il sogno è un prodotto che scaturisce nelle ore di sonno, spesso però si dimentica che il vero motore del sogno è il nostro inconscio e anche i nostri bimbi né sono provvisti.

Il nostro inconscio è come una grande scatola che raccoglie informazioni durante il giorno e la notte deve cercare di sistematizzarle e riordinarle: per farlo usa il sogno. Ovviamente questo tipo di informazione diventa difficile da spiegare al nostro bambino, ma sicuramente possiamo iniziare a dialogare con lui, condividendo i sogni la mattina appena svegli, durante il momento della colazione; in questo modo abitueremo il piccolo al linguaggio del sogno e delle emozioni annesse, in più lo aiuteremo ad esercitare la memoria del sogno.

dialogare con il nostro bambino, condividendo i sogni la mattina appena svegli

La memoria del sogno è una competenza che il bambino può sviluppare autonomamente, o stimolato dai genitori che a loro volta condividono i propri sogni.

Come ben sappiamo i sogni a volte possono essere incubi ed è importante condividere anche questi ultimi, perché in questo modo il piccolo capisce di non essere il solo a provare paure e a trasformarle in incubi…

Il compito delle mamme è quello di ritradurre gli incubi come qualcosa di accettabile

Il compito delle mamme è quello di ritradurre gli incubi come qualcosa di accettabile, non per forza addolcendoli, ma semplicemente ritraducendo le paure del bambino, normalizzandole e sottolineando che è normale che a volte la notte, i pensieri e le paure si trasformano in incubi, ma la mattina tutto torna come prima; la luce, porta il sereno.

buoni sogni a tutti….

ALTRI (SUPER) ARTICOLI