Meditazione: consigli pratici ed esempi, per eseguirla al meglio con i vostri bambini

Dopo l’articolo in cui le nostre psicologhe vi spiegano i benefici delle meditazione per i bambini, ecco qui qualche esercizio e consiglio per praticarla al meglio.

I passi fondamentali

Se molti adulti hanno idee un po’ confuse sulla meditazione e solo a sentirla nominare storcono il naso, figuriamoci come possa reagire un bambino!! Non tutti i bambini, infatti, hanno idea di cosa sia la meditazione, anzi, è più probabile che vi guardino con un’espressione incerta o che si facciano una bella risatina….

Spegnete il cellulare

Un suggerimento per rendere comprensibile ai più piccoli quello che si vuole fare insieme può essere quello di presentare la meditazione ai bambini con calma e senza forzature come se fosse un gioco dell’immaginazione fatto con i pensieri, che è molto utile per diminuire le paure, aiuta ad essere più sicuri di sé e migliora le nostre relazioni con gli altri… adattiamo il linguaggio al nostro bambino e alla sua età.

la posizione più facile e pratica è seduti su una sedia

Predisponete un ambiente calmo, tranquillo e…. comodo!

Chiaramente gli esercizi di meditazione richiedono un ambiente calmo, non rumoroso e all’interno del quale, per quei pochi minuti, non verrete disturbati. Spegnete il cellulare!!!

Ulteriori pre-requisiti per consentire al meglio l’esperienza di meditazione del nostro bambino riguardano l’abbigliamento e la posizione: vestito comodamente, e con il corpo in una posizione centrata e rilassata. Per i bambini, la posizione più facile e pratica è seduti su una sedia. Questa postura permette di essere rilassati ma vigili, senza il rischio di addormentarsi.

Respiro…. E’ molto importante iniziare la meditazione invitando i nostri bambini a focalizzare l’attenzione sul respiro, anche quando i pensieri vogliono intrufolarsi nella mente. Non sottovalutiamo questo aspetto, dal momento che respirare in modo consapevole calma la mente!

….Corpo…. Molti esercizi di meditazione passano attraverso il rilassamento del corpo. L’idea è quella di un training di rilassamento corporeo in cui i bambini vengono guidati a rilassare il proprio corpo in modo cosciente, in modo da imparare a percepirne le sensazioni per permettere loro di regolare consapevolmente l’energia che vi scorre all’interno.

….e Mente! Le immagini parlano ai bambini più di qualsiasi altra cosa!!

La tecnica della visualizzazione è l’ideale per i bambini perché sono ricchi di immaginazione e perché rendono loro tutto più comprensibile. Potete stimolarli a visualizzare ruscelli, foglie che cadono o ad immaginare i pensieri come nuvole da spazzare via con un soffio di vento…. Insomma, liberate la fantasia!!

Alla fine degli esercizi, dopo aver riportato il vostro bambino gradualmente nel presente della stanza, potete parlare insieme di questa esperienza.

esercizio dell’Uccellino, uno dei primi che insegnamo ai genitori

Meditazioni guidate

A questo punto non resta che ritagliarsi un momento della giornata da dedicare alla meditazione con il proprio bambino; mettetevi comodi e con un tono di voce calmo e gentile, guidateli nell’esercizio di meditazione.

Noi vi proponiamo l’esercizio dell’Uccellino, uno dei primi che insegnamo ai genitori da fare con i loro piccoli.

“Adesso chiudi gli occhi e fai tre bei respiri…senti l’aria che entra e che esce dal tuo corpo…ora ti rendi conto di trovarti in alto, sopra un grosso ramo…sei un bellissimo uccellino colorato! Immagina di spiccare il volo…puoi vedere tutto quello che c’è sotto di te…un bel prato fiorito…un ruscello che scorre…una fattoria con gli animali….continui a volare e ti senti sempre più libero e leggero…divertiti con queste piacevoli sensazioni ancora per un po’…poi riporta l’attenzione sul respiro…e, quando ti senti pronto, riapri dolcemente gli occhi.”

Dott.ssa Alessandra De Sanctis

Dott.ssa Sarah Pederboni

ALTRI (SUPER) ARTICOLI